Sito web non consultabile

Il sito web è consultabile solo se JavaScript è attivato e se si fa uso di un browser moderno.

Browser verificati:

Università della Svizzera italiana Biblioteca universitaria di Lugano

Biblioteca universitaria di Lugano



Nuove accessioni gennaio 2018

 

Scaricare il bollettino in formato PDF.

Ultimo bollettino
Archivio bollettini precedenti

 

 

 

 

 

Informatica

Data analysis and data mining : an introduction / Adelchi Azzalini, Bruno Scarpa. - Oxford : Oxford Univ. Press, 2012.
A 006.312 AZZ DAT

How not to network a nation : the uneasy history of the Soviet internet / Benjamin Peters. - Cambridge : The MIT Press, 2016.
A 004.67809 PET HOW

Between 1959 and 1989, Soviet scientists and officials made numerous attempts to network their nation—to construct a nationwide computer network. None of these attempts succeeded, and the enterprise had been abandoned by the time the Soviet Union fell apart. Meanwhile, ARPANET, the American precursor to the Internet, went online in 1969. Why did the Soviet network, with top-level scientists and patriotic incentives, fail while the American network succeeded? In How Not to Network a Nation, Benjamin Peters reverses the usual cold war dualities and argues that the American ARPANET took shape thanks to well-managed state subsidies and collaborative research environments and the Soviet network projects stumbled because of unregulated competition among self-interested institutions, bureaucrats, and others. The capitalists behaved like socialists while the socialists behaved like capitalists. After examining the midcentury rise of cybernetics, the science of self-governing systems, and the emergence in the Soviet Union of economic cybernetics, Peters complicates this uneasy role reversal while chronicling the various Soviet attempts to build a “unified information network.” Drawing on previously unknown archival and historical materials, he focuses on the final, and most ambitious of these projects, the All-State Automated System of Management (OGAS), and its principal promoter, Viktor M. Glushkov. Peters describes the rise and fall of OGAS—its theoretical and practical reach, its vision of a national economy managed by network, the bureaucratic obstacles it encountered, and the institutional stalemate that killed it. Finally, he considers the implications of the Soviet experience for today’s networked world.

Superintelligenza : tendenze, pericoli, strategie / Nick Bostrom ; traduzione di Simonetta Frediani. - Torino : Bollati Boringhieri, 2018.
A 006.301 BOS SUP

Nel gennaio 2015 Nick Bostrom è stato cofirmatario, assieme tra gli altri a Stephen Hawking, di una celebre lettera aperta che metteva in guardia sui potenziali pericoli dell'Intelligenza Artificiale. Non ha firmato quell'appello per passatismo, né tantomeno per luddismo, bensì in virtù di un lineare ragionamento filosofico. L'Intelligenza Artificiale è una delle più grandi promesse dell'umanità; grazie ai suoi sviluppi, attuali e futuri, saremo probabilmente in grado di fare cose che oggi sarebbero impensabili, vivremo meglio, e magari più a lungo e più felici. E tuttavia c'è una nube minacciosa sopra il cielo dell'Intelligenza Artificiale, e con questo libro Nick Bostrom è stato il primo a vederla e ad analizzarla, lanciando un allarme che ha avuto un'eco vastissima in tutto il mondo. Siamo proprio certi che riusciremo a governare senza problemi una macchina «superintelligente» dopo che l'avremo costruita? Se lo scopo dell'attuale ricerca sull'Intelligenza Artificiale è quello di costruire delle macchine fornite di un'intelligenza generale paragonabile a quella umana, quanto tempo occorrerà a quelle macchine, una volta costruite, per superare e surclassare le nostre capacità intellettive? Poco, ci informa Bostrom, pochissimo. Una volta raggiunto un livello di intelligenza paragonabile al nostro, alle macchine basterà un piccolo passo per «decollare» esponenzialmente, dando origine a superintelligenze che per noi risulteranno rapidamente inarrivabili. A quel punto le nostre creature potrebbero scapparci di mano, non necessariamente per «malvagità», ma anche solo come effetto collaterale della loro attività. Potrebbero arrivare a distruggerci o addirittura a distruggere il mondo intero. Per questo - sostiene Bostrom - dobbiamo preoccuparcene ora. Per non rinunciare ai benefici che l'Intelligenza Artificiale potrà apportare, è necessario che la ricerca tecnologica si ponga adesso le domande che questo libro pone con enorme chiarezza e chiaroveggenza.

 

Biblioteconomia e scienza dell'informazione

Indagine su un codice dantesco : la "Commedia" Egerton 943 della British Library / Anna Pegoretti. - Ghezzano : Felici, 2014.
A 091 PEG IND

Il manoscritto Egerton 943 conservato a Londra presso la British Library è il più antico codice superstite interamente miniato della Commedia di Dante, con oltre duecentocinquanta tra miniature e disegni. Si tratta di un prodotto di lusso databile al 1340 circa, frutto del lavoro di un ambiente scrittorio e miniatorio nord-orientale, fra Emilia e Veneto. Un vero e proprio "libro da banco", simile a quello vagheggiato da Dante stesso nel Paradiso. Seguendo le tracce depositatesi nel codice, questo volume lo restituisce al suo contesto e ai suoi lettori, ricostruendo l'elaborazione di quel paratesto complessivo fatto di glosse, rubriche, miniature, diagrammi - che trasforma la Commedia Egerton 943 in un progetto editoriale peculiare e per molti versi eccentrico, capace di proporre un'interpretazione del poema sorprendentemente coerente e incisiva, in cui le immagini giocano un ruolo esegetico di primo piano.

 

Giornalismo, editoria

Le civiltà del libro e la stampa a Venezia : testi sacri ebraici, cristiani, islamici dal quattrocento al settecento / a cura di Simonetta Pelusi. - Padova : Il Poligrafo, 2000.
A 070.509453 CIV

 

Filosofia e psicologia

The fragmentation of being / Kris McDaniel. - Oxford : Oxford Univ. Press, 2017.
A 111 MCD FRA

Metaphysics : an introduction / Jonathan Tallant. - 2nd ed. - London : Bloomsbury Academic, 2017.
A 110 TAL MET

Metaphysics: An Introduction uses the idea of truth and the quest for truth-makers to unravel philosophical problems in contemporary metaphysics. From the nature of properties and time to causation and objects, truth becomes a guiding theme to understanding metaphysical concepts and debates. Now updated and expanded, this second edition presents a more comprehensive coverage of the field with new chapters on personal identity and free will. By focusing on method throughout, it offers the necessary skills and reasoning to tackle complex questions. Together with a glossary, discussion questions and guides to further reading, each chapter concludes with a series of mind maps to help visualise the logical space being explored and how the arguments push in different directions. Metaphysics: An Introduction is suitable for anyone studying metaphysical problems for the first time.

Storia notturna : una decifrazione del sabba / Carlo Ginzburg. - Milano, Adelphi, 2017.
A 133.43 GIN STO

Voli notturni verso luoghi solitari, rapporti sessuali con il demonio, orge e infanticidi, profanazione della croce e dei sacramenti: per alcuni secoli, tra Quattro e Settecento, l'immagine del sabba affiorò da un capo all'altro d'Europa (e poi in altri continenti, nei paesi colonizzati dagli europei) descritta da donne e da uomini accusati di stregoneria, di fronte a tribunali laici ed ecclesiastici. Confessioni raramente spontanee, più spesso estorte dalla tortura e dalle sollecitazioni dei giudici: ma che cosa si nascondeva dietro l'immagine del sabba? Questo libro ricostruisce una traiettoria secolare in cui l'ossessione di un complotto contro la società, attribuito a gruppi via via diversi (lebbrosi, ebrei, musulmani, eretici e streghe), s'intrecciò a credenze popolari a sfondo sciamanico. Il complotto immaginario prese forma in un territorio limitato, dalla Francia all'arco alpino. L'indagine sullo strato sciamanico trascina chi legge in un immenso spazio eurasiatico, popolato da uomini e da donne, da personaggi del mito e della fiaba. Benandanti friulani, lupi mannari baltici, sciamani siberiani, zoppi e nati con la camicia, divinità notturne signore degli animali, Edipo e Cenerentola, segnano le tappe di un viaggio che si chiude affacciandosi sulle radici antropologiche del raccontare.

 

Religione

L'arte della vita : il quotidiano nella bellezza / Marco I. Rupnik. - Roma : Lipa, 2011.
A 248.4 RUP ART

La vita nuova che ci è data nel battesimo e che ciascuno fa propria nel cammino della vocazione, se assecondata, plasma un ambiente ed uno stile di vita da cui traspare la cultura della Pasqua e che aiuta a sostenere la redenzione ricevuta. Dal cuore, con cui abbiamo cominciato, si torna alla superficie, a quello che vedono gli altri. È possibile vivere un'autentica vita spirituale e avere uno stile di vita secondo l'ultima pubblicità? Chi vive la vita dello Spirito comincia ad irradiarla anche nell'ambiente in cui si trova, a partire dalle relazioni, dai rapporti con la terra, dal vestito, perché il vestito è il prolungamento del corpo ed è uno dei linguaggi più potenti che esistano. Come il corpo è lo spazio in cui prendiamo coscienza della vita che scorre dentro di noi, così anche il vestito è un'espressione di come noi percepiamo noi stessi e ci comunichiamo agli altri. A partire dal vestito, dalla casa in cui abitiamo, si tratta di dare un'impronta personale al mondo intorno a noi. Lo stesso vale per il cibo, per lo stile con cui far festa e divertirsi... Mangiare non è il mangiare soltanto, ma è una sorta di atto liturgico che sarebbe un peccato banalizzare. Non si tratta di risolvere le cose con le regole, ma di discernere e di personalizzare tutto, in modo che trasmetta agli altri la nostra verità.

Il cammino della vocazione cristiana : di risurrezione in risurrezione / Marko Ivan Rupnik. - Roma : Lipa, 2014.
A 248.2 RUP CAM

Per scoprire la nostra strada bisogna tornare dentro di sé e indietro. A monte di ogni uomo c’è una visione, una vocazione, una voce che chiama. Siamo chiamati per realizzare la visione che il Creatore ha su di noi, che è l’amore. A questo scopo, Lui ci dà il tempo, ci fa incontrare le persone, ci offre doni e talenti. E poiché il nostro fondamento è posto in un Dio che ci crea rivolgendoci la parola, a noi è accessibile attraverso il dialogo. Perciò la vocazione si realizza nel dialogo, non come l’esecuzione di un diktat. Ma l’amore presuppone un lungo cammino per giungere alla sua maturità. Ci sono delle tappe in questa chiamata. Uno si fidanza, entra in noviziato, in seminario, con una grande buona volontà, ma anche con tante sue idee. La scelta è il massimo che ha potuto fare in quel momento. Occorre allora che muoia alle sue idee, a quello che si aspetta, per risuscitare ad una vita di sinergia, sua e di Dio insieme.

Una conoscenza integrale : la via del simbolo / Tomás Spidlík , Marko I. Rupnik. - Roma : Lipa, 2010.
A 246.55 SPI CON

La vita divina ricevuta nel battesimo ci comunica "un'intelligenza rinnovata in Cristo". Si tratta di un'intelligenza capace di abbracciare nella comunione personale anche la materia dell'universo, di un pensiero organico, di un'intelligenza capace di tener conto dell'insieme, di cogliere il significato delle cose, della storia, degli avvenimenti nella chiave della comunione realizzata in modo personale da Cristo. I primi cristiani, proprio perché cercavano di esprimere fedelmente la vita nuova ricevuta, sono apparsi nella storia come una novità culturale totale. La loro intelligenza si esprimeva attraverso una mentalità liturgica sacramentale e simbolica dove, più che argomentare si mostrava, più che dimostrare si celebrava la verità. Nella percezione simbolica del mondo si attinge alla profondità delle cose e nello stesso tempo si coglie la loro appartenenza anche ad un altro mondo. Contrariamente al concetto, che ha la segreta volontà di classificare, di possedere, di dominare, l'approccio simbolico rimanda sempre all'al-di-là del simbolo, a dove l'essere delle cose ha le sue radici nella vita divina, in un mondo che spesso riduce il senso degli esseri e delle cose al loro aspetto fenomenico e l'intelletto solo ad alcune delle sue dimensioni, è più che mai urgente che i cristiani imparino a pensare secondo la logica che è inscritta nel loro stesso battesimo.

Crisi della parrocchia ed erosione del tradizionale stile di vita dei cattolici negli anni Cinquanta / Ilaria Macconi Heckner ; prefazione di Valerio Lazzeri ; introduzione di Fabrizio Panzera. - Locarno : Dado', 2017.
A 282.49478 MAC CRI

Con il suo studio Ilaria Macconi Heckner ci offre uno spaccato inedito della storia sociale, religiosa e culturale del Ticino del secondo dopoguerra. Le trasformazioni intervenute nel Cantone a partire dai primi anni Cinquanta, portarono non solo a nuovi sviluppi in campo economico produttivo e a un diverso assetto demografico-sociale. Influirono anche sulle dinamiche familiari e sui tradizionali modelli di comportamento della popolazione della diocesi di Lugano, intaccando profondamente le antiche pratiche religiose e i valori alla loro base. Nell'emergente società dei consumi, la ricerca del benessere materiale diventava sempre più l'ideologia dominante, mentre la dimensione spirituale dell'esistenza veniva progressivamente relegata in secondo piano. Di conseguenza la parrocchia, un tempo il luogo privilegiato per la trasmissione e la condivisione della fede, fu coinvolta in pieno in questo generale processo di modernizzazione. Nella ricerca qui presentata si analizzano i fattori scatenanti della crisi che investì l'istituzione parrocchiale, le sue strutture e il messaggio proposto, ma anche i suoi pastori e la comunità dei fedeli.

Dire l'uomo : persona, cultura della Pasqua / Marko Ivan Rupnik ; introduzione di Olivier Clément. - Roma : Lipa, 1996.
A 233.5 RUP DIR

A handbook of patristic exegesis : the Bible in ancient Christianity / Charles Kannengiesser, with special contributions by various scholars. - Leiden : Brill, 2006.
A 220.6 KAN HAN

Through this "Handbook of Patristic Exegesis", the reader will obtain a balanced and cohesive picture of the Early Church. It gives an overall view of the reception, transmission, and interpretation of the Bible in the life and thought of the Church during the first five centuries of Christianity, the so-called patristic era. The handbook offers the context and presuppositions necessary for understanding the development of the interpretative traditions of the Early Church, in its catechesis, its liturgy and as a foundation of its systems of theology. The handbook presents a comprehensive overview of the history of patristic exegesis. Apart from a general introduction to the major topics in this field, it contains essays by leading patristic scholars on the most important Church Fathers, such as Augustine, Irenaeus, Origen, Gregory of Nyssa, and others. The essays are supplemented by bibliographies of editions and studies on patristic exegesis published from 1945 until 1995. Together, these bibliographies form the only comprehensive bibliography presently available on this topic.

Teologia pastorale : a partire dalla bellezza / Tomáš Špidlík, Marko I. Rupnik ; con contributi di Maria Campatelli, Michelina Tenace e Milan Žust. - Roma : Lipa, 2005.
A 253 SPI TEO

Questo libro scaturisce da anni di pratica pastorale in diversi luoghi d’Europa e altrettanti anni di studio e di insegnamento della teologia. L’esperienza diretta con le persone ha aumentato l’esigenza di accogliere l’ispirazione per operare delle scelte anche in teologia, soprattutto in ordine al metodo con cui farla, insieme alla necessità dell’incontro tra le tradizioni cristiane presenti nel continente europeo. Oggi constatiamo l’urgente bisogno di un ripensamento globale del metodo della teologia. È necessaria una visione organica, dove il teologare non significhi chiudersi in un linguaggio ermetico, in metodologie improprie, producendo così una serie di teologie delle quali la più popolare, la più divulgativa, sarebbe quella pastorale. La frantumazione, caratteristica di tutto il sapere, qui diventa fatale. Questo libro vorrebbe essere il tentativo di una ricerca teologica che assume responsabilmente la propria visione organica – che passa dalla Bibbia, alla liturgia, alla riflessione, al dogma, alla vita spirituale – e che per la sua stessa natura è missionaria e dialogica, dunque capace di creare i linguaggi per un incontro interculturale.

 

Scienze sociali

The Communal age in Western Europe, c. 1100-1800 : towns, villages and Parishes in pre-modern society / Beat Kumin. - Basingstoke : Palgrave Macmillan, 2013.
A 307.094 KUM COM

The Communal Age in Western Europe, c. 1100-1800 offers a fresh interprtion of the significance of towns, villages and parishes in the medieval and early modern period. Drawing on a wide range of primary and secondary sources from numerous regions, Beat Kümin explains how local communities empowered common people through collective agency and a degree of local autonomy demonstrates how communal units impacted on key historical developments, from the Reformation to state formation provides case studies of the Italian city, the English parish and the village in the Holy Roman Empire surveys communal origins, constitutions and cultural representations, as well as contested issues such as gender roles and inner tensions evaluates related historiographical debates on communalism and republicanism. Informed by a genuinely comparative and integrated approach, this original volume offers an excellent introduction to European history 'from below', and to the fundamental building blocks of European society.

Exploring intercultural communication : language in action / Zhu Hua. - London : Routledge, 2014.
A 303.482 ZHU EXP

The books take an innovative 'practice to theory' approach, with a 'back-to-front' structure. This leads the reader from real-world problems and issues, through a discussion of intervention and how to engage with these concerns, before finally relating these practical issues to theoretical foundations. Additional features include tasks with commentaries, a glossary of key terms, and an annotated further reading section. Exploring Intercultural Communication investigates the role of language in intercultural communication, paying particular attention to the interplay between cultural diversity and language practice. This book brings together current or emerging strands and themes in the field by examining how intercultural communication permeates our everyday life, what we can do to achieve effective and appropriate intercultural communication, and why we study language, culture and identity together. The focus is on interactions between people from various cultural and linguistic backgrounds, and regards intercultural communication as a process of negotiating meaning, cultural identities, and – above all – differences between ourselves and others.

L'hippodrome de Constantinople : jeux, peuple et politique / Gilbert Dagron. - Paris : Gallimard, 2011.
A 306.483 DAG HIP

Presque toute l'histoire de Constantinople se résume et se concentre dans son hippodrome, le plus romain de ses édifices : d'abord un monument de la vie citadine parmi d'autres, au IVe siècle, il devient, aux Ve-VIe siècles et jusqu'à la prise de la ville par les croisés en 1204, la matrice d'une culture authentiquement populaire et un pôle de la vie politique. C'est moins à cette longue histoire et à ses prolongements légendaires qu'à la dynamique et la symbolique des jeux que s'intéresse ici Gilbert Dagron. Dépourvues en elles-mêmes de contenu social mais servant à l'expression d'affrontements de tous ordres, les courses donnent lieu à une étonnante confrontation entre un pouvoir célébré dans sa toute-puissance et un peuple porteur de légitimité. La rivalité des «couleurs», les Bleus et les Verts, dans l'hippodrome et parfois en dehors, se charge en effet de sens multiples, à la fois politiques, sociaux et religieux. Si les courses, déjà «laïcisées» à Rome même, sont condamnées par l'Église comme «païennes», c'est parce qu'on y redécouvre de vieux rituels sous-jacents et qu'elles exaltent, dans la Nouvelle Rome chrétienne, une religion de l'Empereur chrétien qui n'est pas tout à fait celle des clercs. Mais derrière l'indignation des chrétiens les plus ardents, il faut lire une fascination qui leur fait voir toutes sortes d'analogies et d'oppositions entre l'hippodrome et l'église, entre les courses et la liturgie.

Images of organization / Gareth Morgan. - updated ed. - Thousand Oaks: Sage, 2006.
A 302.35 MOR IMA

The internet in China from infrastructure to a nascent civil society [Documento elettronico] / Gianluigi Negro. - Cham : Palgrave Macmillan, 2017.
X 303.48330951 NEG INT
http://sfxeu06.hosted.exlibrisgroup.com/sfxusi? sid=ALEPH:SBT01&genre=&isbn=9783319604053

Reputation in artificial societies : social beliefs for social order / Rosaria Conte, Mario Paolucci. - New York : Springer, 2002.
A 303.38 CON REP

Reputation In Artificial Societies discusses the role of reputation in the achievement of social order. The book proposes that reputation is an agent property that results from transmission of beliefs about how the agents are evaluated with regard to a socially desirable conduct. This desirable conduct represents one or another of the solutions to the problem of social order and may consist of cooperation or altruism, reciprocity, or norm obedience. Reputation In Artificial Societies distinguishes between image (direct evaluation of others) and reputation (propagating m­etabelief, indirectly acquired) and investigates their effects with regard to both natural and electronic societies. The interplay between image and reputation, the processes leading to them and the set of decisions that agents make on their basis are demonstrated with supporting data from agent­based simulations.

The rise of the network society / Manuel Castells. - Cambridge Mass. [etc.] : Blackwell, 1996.
A 303.4833 CAS INF

Slessico familiare : parole usurate, prospettive aperte / Guido Viale. - Rimini : Interno4, 2017.
A 303.4 VIA SLE

Questo libro vuole essere una piccola cassetta di attrezzi per aiutare a guardare il mondo e le sue potenzialità di trasformazione da un punto di vista diverso da quello del pensiero dominante. Le parole della politica – ma anche quelle dell’economia, della psicologia, del giornalismo, dell’accademia, perché tutto ormai è politica – sono logorate dall’uso che ne fa la cultura mainstream, che è da sempre quella delle classi al potere. Dal patriarcato al capitalismo finanziario, dalla gabbia in cui è stato intrappolato l’individuo contemporaneo ai problemi che l’arrivo di tanti stranieri porta con sé, dal cinismo che anima un’economia che saccheggia il pianeta alle prospettive aperte da un modo alternativo di concepire il nostro rapporto con il vivente e la natura, questo testo invita a rivisitare gli schemi sottostanti a molti dei nostri pensieri. Non è facile, ma si può fare: a patto di voler costruire insieme una prospettiva di vita più sana, più ricca di esperienze, più soddisfacente per tutti. Con questo libro Guido Viale prova a stilare un repertorio per i tempi a venire, cercando di dare nuove prospettive a parole usurate con cui tutti conviviamo ma che meritano nuove interpretazioni, nuova linfa vitale.

Storia della borghesia italiana : l'età liberale / Alberto M. Banti. - Roma : Donzelli, 1996.
A 305.550945 BAN STO

Women and gender in post-Unification Italy : between private and public spheres / Katharine Mitchell, Helena Sanson. - Oxford : Peter Lang, 2013.
A 305.40945 WOM

In nineteenth-century Italy, a woman’s place was considered to be in the domestic sphere, devoted to family life. But during the Risorgimento and the years following Unification, economic, political and social changes enabled women progressively to engage in pursuits that had previously been the exclusive domain of men. This book traces some of the steps of this shift in cultural perception. Covering the period from the Unification of Italy in 1861 to the First World War, the volume brings together new perspectives on women, culture and gender in ten original interdisciplinary chapters that explore a variety of subjects, including motherhood and spinsterhood, women’s relationship with the Italian language, emigration and brigantaggio, patriotism and travel writing, acting and theatre management, film-making, and political ideas and female solidarity.

 

Comunicazione e media

Il divismo : cinema, televisione, web / Vanni Codeluppi. - Roma : Carocci, 2017.
A 302.234 COD DIV

Nelle società contemporanee, il divismo gode di uno straordinario successo e sembra essere presente ovunque. In Italia sinora è stato poco considerato e questo libro è il primo che cerca di metterlo a fuoco in maniera sistematica. In particolare, l’autore affronta il divismo dal punto di vista della sua evoluzione, analizzando le importanti relazioni che ha avuto con il cinema, la televisione e il web. Esamina inoltre dieci personaggi emblematici delle diverse caratteristiche che il divismo ha assunto negli anni: Rodolfo Valentino, Marilyn Monroe, Elvis Presley, Michael Jordan, Kate Moss, Angelina Jolie, Maurizio Cattelan, Lady Gaga, Carlo Cracco, David Bowie.

Information and communication technology for development(ICT4D) / Richard Heeks. - London : Routledge, 2018.
A 303.4833091724 HEE INF

Draws together theoretical and analytical frameworks within development and ICT as well as applied evidence based approaches that demonstrate which approaches have worked and which have not. The author will present a critical treatment of ICT4D rather than a superficial, utopian view of the field. The author is acknowledged as one of the leading researchers in the field and is also known for his accessible writing style The text will contain extensive diagrams, tables and boxes, case sketches and studies, in-class individual and group activities, assignment questions, practitioner exercises. Chapter summaries and links to further readings and relevant websites will also be provided. It would be useful to duplicate the latter on a linked textbook website, so that further reading sources can be updated, and accompanied by a set of session outlines and Powerpoint slides.

New media and chinese society / Ke Xue, Mingyang Yu. - Singapore : Springer, 2017.
A 302.2310951 NEW

This book focuses on the influence of social media on Chinese society. The respective chapters present research by top-tier communication scholars from prominent Chinese universities and offer revealing findings on the interplay between media / social media, economics and politics. To that end, both qualitative and quantitative methods based on classical theories of communication and economics are drawn upon. The book explores four main areas: the challenges and opportunities for Chinese journalism and communications, changes in Chinese economic development, influences and forecasts for Chinese politics, and the impacts on Chinese culture. As the chapter contributors hail from diverse regions within China and represent three generations of communication scholars, the book offers a comprehensive guide, helping readers understand the impact of social media on China’s development from a broad range of perspectives, and sharing insights on its impacts around the world.

Television and the second screen : interactive TV in the age of social participation / James Blake. - London : Routledge, 2017.
A 302.2345 BLA TEL

Television is changing almost beyond recognition. In the battle for consumers, social media sites, smart phones and tablets have become rivals to traditional linear TV. However, audiences and producers are also embracing mobile platforms to enhance TV viewing itself. This book examines the emerging phenomenon of the second screen: where users are increasingly engaging with content on two screens concurrently. The practice is transforming television into an interactive, participatory and social experience. James Blake examines interactive television from three crucial angles: audience motivation and agency, advances in TV production and the monetization of second screen content. He also tracks its evolution by bringing together interviews with more than 25 television industry professionals - across the major UK channels - including commissioning editors, digital directors, producers and advertising executives. These reveal the successes and failures of recent experiments and the innovations in second screen projects. As the second screen becomes second nature for viewers and producers, the risks and opportunities for the future of television are slowly beginning to emerge. Television and the Second Screen will offer students and scholars of television theory, industry professionals and anyone with an abiding interest in television and technology, an accessible and illuminating guide to this important cultural shift.

 

Scienza politica

Human Flow [Videoregistrazione] / un film di Ai Weiwei. - [S.l.] : Rai Cinema, 2017.
A 325.21 WEI HUM

Oltre 65 milioni di persone nel mondo sono state costrette a lasciare le proprie case per sfuggire alla carestia, ai cambiamenti climatici e alle guerre. È il più grande esodo umano dai tempi della Seconda Guerra Mondiale. Human Flow, un film diretto dall’artista di fama mondiale Ai Weiwei, racconta con grande espressività visiva, l’epica migrazione di moltitudini umane, mettendo in scena la sconcertante crisi dei profughi e il suo impatto profondamente umano. Girato nel corso di un anno carico di eventi drammatici, seguendo la straziante catena di vicissitudini umane, il film spazia in 23 Paesi tra cui Afghanistan, Bangladesh, Francia, Grecia, Germania, Iraq, Israele, Italia, Kenya, Messico e Turchia. Human Flow è la testimonianza della disperata ricerca, da parte di queste persone, di un porto sicuro, di un riparo, di una giustizia. Dal sovraffollamento dei campi profughi ai pericoli delle traversate oceaniche fino alle barriere di filo spinato che proteggono le frontiere, i profughi reagiscono al doloroso distacco con coraggio, resistenza e capacità di adattamento, lasciandosi alle spalle un passato inquietante per esplorare le potenzialità di un futuro ignoto. Human Flow è un film puntuale, presentato proprio nel momento in cui la tolleranza, la compassione e la fiducia sono più necessarie che mai. Questa intensa opera cinematografica esprime l’incontrovertibile forza dello spirito umano e pone una delle domande che caratterizzeranno questo secolo: riuscirà la nostra società globale a superare la paura, l’isolamento, gli interessi personali e ad accogliere l’apertura, la libertà e il rispetto dell’umanità?

The Oxford handbook of populism / ed. by Cristóbal Rovira Kaltwasser ... [et al.]. - Oxford : Oxford Univ. Press, 2017.
A 320.5662 OXF

Il potere ai soviet : l'ombra dell'ottobre '17 e la democrazia diretta / Pierre Dardot, Christian Laval. - Roma : DeriveApprodi, 2017.
A 320.5322 DAR POT

Dagli scioperi di Parigi ai sindacati operai americani, dalla rivoluzione messicana agli anarchici spagnoli, l’esperienza della democrazia espressa agli albori della rivoluzione è ciò che ne ha sancito anche il successo mondiale. Ed è proprio ciò che Lenin requisisce col partito bolscevico, trasformando queste istituzioni politiche in organi inerti. A prevalere saranno così lo Stato, il partito, l’organizzazione militare, la burocrazia e la disciplina, che nei socialismi realizzati annienteranno le forme di autogoverno degli albori della rivoluzione. Ripartire dall’esperienza dei soviet significa immaginare le forme presenti e a venire di una rivoluzione che ha anzitutto cercato un’emancipazione nella pratica della democrazia diretta, tornando a leggere quell’ombra dell’ottobre ’17 per contrastare, oggi, le nostalgie reazionarie per Stato e nazione, populismi e forme autoritarie della politica. In questo senso, il fallimento dei comunismi va inteso come il collasso di un potere centralista, statalista, verticista che non smette di riproporsi nel pieno dei sistemi politici neoliberali. Oggi, «potere ai soviet» significa dunque immaginare le forme di autogoverno che animano le richieste di democrazia e partecipazione dei movimenti e delle pratiche del comune emerse negli ultimi decenni.

Sustainability politics and limited statehood : contesting the new modes of governance [Documento elettronico] / ed. by Alejandro Esguerra, Nicole Helmerich, Thomas Risse. - Cham : Palgrave Macmillan, 2016.
X 320.01 SUS
http://sfxeu06.hosted.exlibrisgroup.com/sfxusi? sid=ALEPH:SBT01&genre=&isbn=9783319398716

Transformations of populism in Europe and the Americas : history and recent tendencies / ed. by John Abromeit. - London : Bloomsbury Academic, 2017.
A 320.5662 TRA

The recent resurgence of populist movements and parties has led to a revival of scholarly interest in populism. This volume brings together well- established and new scholars to reassess the subject and combine historical and theoretical perspectives to shed new light on the history of the subject, as well as enriching contemporary discussions. In three parts, the contributors explore the history of populism in different regions, theories of populism and recent populist movements. Taken together, the contributions included in this book represent the most comprehensive and wide-ranging study of the topic to date. Questions addressed include: - What are the 'essential' characteristics of populism? - Is it important to distinguish between left- and right-wing populism? - How can the transformation of populist movements be explained? This is the most thorough and up to date comparative historical study of populism available. As such it will be of great value to anyone researching or studying the topic.

 

Economia

Amartya sen's capability approach : theoretical insights and empirical applications / Wiebke Kuklys. - Berlin : Springer, 2010.
A 330.1556 KUK AMA

Kuklys examines how Nobel Prize-winning economist Amartya Sen’s approach to welfare measurement can be put in practice for poverty and inequality measurement in affluent societies such as the UK. Sen argues that an individual’s welfare should not be measured in terms of her income, but in terms what she can actually do or be, her capabilities. In Chapters 1 and 2, Kuklys describes the capability approach from a standard welfare economic point of view and provides a comprehensive literature review of the empirical applications in this area of research. In the remaining chapters, novel econometric techniques are employed to operationalise the concepts of functionings and capability to investigate inequality and poverty in terms of capability in the UK. Kuklys finds that capability measurement is always a useful complement to traditional monetary analysis, and particularly so in the case of capability-deprived disabled individuals.

 

Economia finanziaria

Storia della finanza internazionale : dalle origini a oggi / Larry Neal. - Bologna : Il mulino, 2017.
A 332.04209 NEA STO

La finanza internazionale fa la sua prima sorprendente apparizione nelle incisioni cuneiformi dell’antica Babilonia. Nel corso di tremila anni non sono mancate crisi finanziarie, causate dal fallimento del coordinamento tra le banche, i mercati dei capitali e i governi. Ma nella storia del capitalismo finanziario quali sono state le concrete soluzioni che hanno contribuito sia a preservare i guadagni già raggiunti, sia a mitigare i pericoli delle crisi successive? Concentrandosi, più che sulle cause delle ripetute crisi, sulle soluzioni virtuose che nel tempo si sono trovate per prevenirle e risolverle, l’autore vuole rintracciare elementi comuni capaci di fornire indicazioni valide per le politiche del futuro.

 

Economia internazionale

The Oxford handbook of comparative regionalism / ed. by Tanja A. Börzel, Thomas Risse. - Oxford : Oxford Univ. Press, 2016.
A 337.11 OXF

The Oxford Handbook of Comparative Regionalism—the first of its kind—offers a systematic and wide-ranging survey of the scholarship on regionalism, regionalization, and regional governance. Unpacking the major debates, leading authors of the field synthesize the state of the art, provide a guide to the comparative study of regionalism, and identify future avenues of research. Twenty-seven chapters review the theoretical and empirical scholarship with regard to the emergence of regionalism, the institutional design of regional organizations and issue-specific governance, as well as the effects of regionalism and its relationship with processes of regionalization. The authors explore theories of cooperation, integration, and diffusion explaining the rise and the different forms of regionalism. The Handbook also discusses the state of the art on the world regions: North America, Latin America, Europe, Eurasia, Asia, North Africa and the Middle East, and sub-Saharan Africa. Various chapters survey the literature on regional governance in major issue areas such as security and peace, trade and finance, environment, migration, social and gender policies, as well as democracy and human rights. Finally, the Handbook engages in cross-regional comparisons with regard to institutional design, dispute settlement, identities and communities, legitimacy and democracy, as well as inter- and transregionalism.

 

Economia della produzione

The economic organization / Frank Hyneman Knight ; with a new introduction by Ross B. Emmett. - New Jersey : Transaction Publishers, 2013.
A 338.5 HYN ECO

When originally released, Frank Hyneman Knight's The Economic Organization revitalized the teaching of economic theory in America during the 1930s, laying the foundation for the price theory revolution led by economists emerging from Knight's circle at The University of Chicago. Knight shows that when societies choose to allow market organization, their economy simultaneously solves the fundamental functions of valuation and efficiency. It also organizes the production and distribution of resources, providing incentives for progress. The Economic Organization provides a short introduction to the basic principles of supply, demand, and distribution that emerge from neoclassical price theory. The central role of the price mechanism in market organization is illustrated neatly by Knight's "wheel of wealth"?the circular flow diagram most often identified with macroeconomic flows, but introduced here for price theoretic reasons. This version also includes his essay on "Utility and Cost," which provides a seamlessly integrated alternative-cost interpretation of neoclassical theory. This expanded edition of The Economic Organization includes a new introduction by Ross B. Emmett, which expands upon the short note on capital theory inserted in the original. Knight wrote three versions of the note for student use, and all three are included in the second chapter. Few books have changed the landscape of American economics and economic education as much as Knight's The Economic Organization. This book should be read by all economists, historians, and policy makers.

Tourism and gentrification in contemporary metropolises : international perspectives / ed. by Maria Gravari-Barbas, Sandra Guinand. - London : Routledge, 2017.
A 338.4791091732 TOU

Part I deals with the manifestations of tourism gentrification and the ways it affects urban landscapes through heritagization and urban regeneration strategies. Part II looks at the correlations between tourism gentrification and culture. Finally, the last two parts aim to identify and examine forms and expressions of tourism gentrification, distinguishing among the actors, beneficiaries, and victims of the phenomenon while looking at its implications for intra-metropolitan territories and metropolitan governance. The book approaches these issues in an innovative way, by looking at a variety of metropolises in a diverse range of countries and by dealing with the different relations and management issues generated by gentrification in relation to tourism. Through interdisciplinary approaches, this groundbreaking text sheds light on the role tourism plays in contemporary metropolises, furthering knowledge of urban tourism. For these reasons, it will be of particular interest to scholars and students of tourism, urban studies, geography, anthropology and sociology.

 

Diritto

Code des obligations II : Art. 530-1186 CO, Art. 120-141 LIMF, ORAb, avec des introductions à la LFus et la LTI / édité par Pierre Tercier, Marc Amstutz, Rita Trigo Trindade. - 2e éd. - Bâle : Helbing Lichtenhahn, 2017.
A 346.49402 COD

La scienza della legislazione / Gateano Filangieri ; introduzione di Elio Palombi. - Edizione integrale. - Napoli : Grimaldi & C. Editori, 2003.
A 340.1 FIL SCI

Wirtschaftsrecht Schweiz - EU : Überblick und Kommentar 2016/17 / Andreas Kellerhals, Tobias Baumgartner. - Zürich : Dike, 2017.
A 343.49407 WIR

Der zwölfte Band der Jahresreihe «Wirtschaftsrecht Schweiz – EU» bietet einen Überblick über die Entwicklungen im Wirtschaftsrecht der EU im Jahre 2016 sowie deren Bedeutung für die Schweiz. In kompakter Form werden die wichtigsten Rechtsakte der Unionsorgane und Urteile des EuGH zusammengefasst und aus schweizerischer Perspektive kommentiert. Gegenstand der Kommentierung sind die korrespondierenden Rechtsentwicklungen in der Schweiz, deren Europakompatibilität sowie die Notwendigkeit und Bedeutung einer allfälligen Übernahme des Unionsrechts. Angesprochen sind insbesondere Rechtsanwälte sowie Wirtschafts- und Verwaltungsjuristen, denen die Reihe als kompakte Informationsquelle und Nachschlagewerk dienen soll. Der Jahresband 2016/17 berücksichtigt die relevanten Entwicklungen in folgenden Rechtsgebieten: Banken- und Kapitalmarktrecht, Versicherungsrecht, Gesellschaftsrecht, Kommunikation und Medien, Wettbewerbsrecht, Arbeitsrecht, Personenfreizügigkeit, Öffentliches Auftragswesen, Technische Vorschriften, Energie, Steuerrecht, Immaterialgüterrecht, Vertragsrecht, Verbraucherrecht, Internationales Zivilverfahrensrecht/Internationales Privatrecht, Aussenwirtschaft.

 

Servizi sociali

Dire quasi la stessa cosa : esperienze di traduzione / Umberto Eco. - Milano : Bompiani, 2016.
A 418.02 ECO DIR

 

Educazione

Il Plutarco delle donne : repertorio della pubblicistica educativa e scolastica e della letteratura amena destinata al mondo femminile nell'Italia dell'Ottocento / Anna Ascenzi. - Macerata : EUM, 2009.
A 371.8220945 ASC PLU

Il presente volume, oltre a fornire un organico repertorio della pubblicistica educativa e scolastica e della letteratura amena destinate precipuamente al mondo femminile (circa 1200 opere), approfondisce le caratteristiche e gli indirizzi di fondo di tale variegata produzione editoriale, collocandola nel più generale quadro della ridefinizione dell’identità e dei ruoli assegnati alla donna nella società italiana del secolo XIX.

 

Commercio, comunicazioni, trasporti

Will the Internet fragment? : sovereignty, globalization and cyberspace / Milton Mueller. - Cambridge : Polity, 2017.
A 384.334 MUE WIL

The Internet has united the world as never before. But is it in danger of breaking apart? Cybersecurity, geopolitical tensions, and calls for data sovereignty have made many believe that the Internet is fragmenting. In this incisive new book, Milton Mueller argues that the “fragmentation” diagnosis misses the mark. The rhetoric of “fragmentation” camouflages the real issue: the attempt by governments to align information flows with their jurisdictional boundaries. The fragmentation debate is really a power struggle over the future of national sovereignty. It pits global governance and open access against the traditional territorial institutions of government. This conflict, the book argues, can only be resolved through radical institutional innovations.

 

Linguaggio e linguistica

Begründen - Erklären - Argumentieren : Konzepte und Modellierungen in der Angewandten Linguistik / Iris Meißner, Eva Lia Wyss. - Tübingen : Stauffenburg Verlag, 2017.
A 401.41 BEG

Begründen, Erklären und Argumentieren sind wissenskonstitutive sprachliche Phänomene, die in Logik, Rhetorik sowie im sprachtheoretischen Kontext auf eine lange Forschungstradition zurückgehen und die verschiedene sprachwissenschaftliche Modellierungen ganz wesentlich beeinflusst haben. In sprachwissenschaftlichen Studien werden sie als grundlegende linguistische Kategorien der Wissensaushandlung und -produktion beschrieben und analysiert. Neueren Forschungen gelingt mit dem Konzept des Diskursmusters als einer übergeordneten Folge von Sprechhandlungen oder Gesprächsbeiträgen eine erkenntnisreichere Annäherung gerade auch an Phänomene innerhalb von Lehr- und Lernsituationen sowie Einsichten in den Erwerbsprozess hinsichtlich argumentativer Kompetenzen. In diesem Band werden neuere linguistische Ansätze zur Beschreibung diskursiver Handlungspraktiken, aktuelle Forschungsprojekte sowie einige empirische Befunde vorgestellt.

Dal parlato alla grammatica : costruzione e forma dei testi spontanei / Miriam Voghera. - Roma : Carocci, 2017.
A 415 VOG DAL

Quando parliamo usiamo la grammatica? Ovviamente sì. Ma allora perché le regole che troviamo nelle grammatiche sono molto diverse da quelle che usiamo parlando? Anche se la tradizione grammaticale è legata soprattutto alla descrizione dei testi scritti, le stravaganze dei testi parlati non sono segno di scorrettezza, ma frutto di strategie di comunicazione ottimali nelle normali condizioni di spontaneità e naturalezza tipiche dell’espressione orale. Senza la lente deformante di modelli basati sullo scritto, il libro analizza le proprietà della comunicazione parlata, passando in rassegna gli aspetti legati a produzione, ricezione e percezione linguistiche e mostra come la primarietà del parlato nella vita della specie umana e dell’individuo non sia senza conseguenze semiologiche per la configurazione generale dei sistemi verbali. In un percorso che va dal testo alle parti del discorso, emerge in tal modo la grammaticalità del parlato e la sua importanza per la costruzione di un modello più adeguato di grammatica scientifica e didattica.

Teoria e storia della traduzione / Georges Mounin. - Torino : Einaudi, 2006.
A 418.02 MOU TEO

 

Lingue

Come si dice? : linguaggio e apprendimento in famiglia e a scuola / Alessandra Fasulo, Clotilde Pontecorvo. - Roma : Carocci, 1999.
A 401.93 FAS COM

Muovendosi fra ricerca psicologica, scienze sociali e scienze dell'educazione, le autrici esplorano il funzionamento del discorso negli ambiti fondamentali della socializzazione, in famiglia e a scuola. Intendono infatti mostrare come, dal modo in cui prendono la parola, pongono domande, svolgono molteplici attività centrate sull'interazione verbale, i bambini si appropriano degli strumenti culturali per partecipare alla vita sociale: non solo conoscenze sul mondo, ma anche competenze sulle regole implicite, sugli stili di razionalità ritenuti adeguati.

First practice tests for the revised 2015 exam / Sharon Ashton, Rachel Harding. - Genoa : Black Cat, 2015.
A 428.24 ASH FIR

Social-linguistica : italiano e italiani dei social network / Vera Gheno. - Firenze : Franco Cesati Editore, 2017.
A 457 GHE SOC

Questo testo non è una guida; è piuttosto il diario di bordo di vent'anni di frequentazione dei "socialini" da parte di una sociolinguista interessata a capire cosa succeda alla nostra lingua e alla nostra società nella commistione tra vita online e offline. È il web che condiziona la lingua o è l'italiano che attraverso la rete sta mostrando mai come ora il suo stato? Questo libro tenta di raccontare qualcosa di nuovo dei social network a chi li frequenta, nella speranza di renderli meno "ostici" a chi, invece, non è abituato a frequentarli. Soprattutto, vuole essere un contributo all'ecologia linguistica dei mezzi di comunicazione elettronici, la cui vivibilità è responsabilità di tutti gli utenti.

 

Scienze

75 years chemistry : re -reading / Randolph Riemschneider. - Irvine : Bibliotheque World Wide, 2011.
A 540 RIE SEV

 

Matematica

Applied data mining for business and industry / Paolo Giudici, Silvia Figini. - 2nd ed. - Chichester : Wiley, 2009.
A 519.5024658 GIU APP

The increasing availability of data in our current, information overloaded society has led to the need for valid tools for its modelling and analysis. Data mining and applied statistical methods are the appropriate tools to extract knowledge from such data. This book provides an accessible introduction to data mining methods in a consistent and application oriented statistical framework, using case studies drawn from real industry projects and highlighting the use of data mining methods in a variety of business applications. Introduces data mining methods and applications. Covers classical and Bayesian multivariate statistical methodology as well as machine learning and computational data mining methods. Includes many recent developments such as association and sequence rules, graphical Markov models, lifetime value modelling, credit risk, operational risk and web mining. Features detailed case studies based on applied projects within industry. Incorporates discussion of data mining software, with case studies analysed using R. Is accessible to anyone with a basic knowledge of statistics or data analysis. Includes an extensive bibliography and pointers to further reading within the text. Applied Data Mining for Business and Industry, 2nd edition is aimed at advanced undergraduate and graduate students of data mining, applied statistics, database management, computer science and economics. The case studies will provide guidance to professionals working in industry on projects involving large volumes of data, such as customer relationship management, web design, risk management, marketing, economics and finance.

Generalized barycentric coordinates in computer graphics and computational mechanics / ed. by Kai Hormann, N. Sukumar. - CRC Press, 2018.
A 516.16 GEN

In Generalized Barycentric Coordinates in Computer Graphics and Computational Mechanics, eminent computer graphics and computational mechanics researchers provide a state-of-the-art overview of generalized barycentric coordinates. Commonly used in cutting-edge applications such as mesh parametrization, image warping, mesh deformation, and finite as well as boundary element methods, the theory of barycentric coordinates is also fundamental for use in animation and in simulating the deformation of solid continua. Generalized Barycentric Coordinates is divided into three sections, with five chapters each, covering the theoretical background, as well as their use in computer graphics and computational mechanics. A vivid 16-page insert illustrates the stunning applications of this fascinating research area.

 

Management

No business is an island : making sense of the interactive business world / ed. by Håkan Håkansson, Ivan Snehota. - London : Emerald, 2017.
A 658.804 NOB

The interactive dimension is crucial for the development and growth companies and of the economy. In management, creating and appropriating value depends on relating your business to other businesses. When developing strategy, innovating, marketing, purchasing or accounting there is the need to handle the local specific interdependencies in business relationships that characterize the interactive world. That implies a conception of the task and priorities of management and the critical managerial skills that is only partly acknowledged in the contemporary management theory. This book provides empirical insights into the often hidden interactive aspects of the contemporary business world. It offers a novel perspective and theoretical and methodological tools for analysis of interactive aspects related to topics such as management, strategy, purchasing, marketing and accounting as well as issues related to economic and regional policies including public purchasing and the role of ownership.

 

Arti

La Bibbia di Bob Dylan : dalle canzoni di protesta alla vigilia della conversione (1961-1978) / Renato Giovannoli ; saggio introduttivo di Alessandro Carrera. - Milano : Ancora, 2017.
A 782.42164092 GIO BIB

La sterminata bibliografia su Bob Dylan include interpretazioni storiche e sociologiche, analisi letterarie e musicali. Ma è la Bibbia, il Grande Codice che ha plasmato il linguaggio e l’immaginario della cultura occidentale e di quella americana in particolare, la chiave principale per decifrare il mistero Dylan. Per questo l’opera di cui il lettore ha in mano il primo volume è necessaria per l’appassionato e lo studioso. Essa è anzitutto un commento in prospettiva biblica dell’intero canzoniere dylaniano, ma anche un’inedita biografia spirituale di Dylan attraverso le sue canzoni. È inoltre un’opera di consultazione (dotata di un imponente apparato di indici) che include il più vasto repertorio mai compilato delle citazioni bibliche presenti nelle lyrics dylaniane e ne mostra l’intreccio con un ricco corpus di testi colti e popolari (ballate, spirituals, gospels, blues) a loro volta fondati sul Grande Codice. Infine, entrando nel laboratorio del poeta, questo saggio svela i segreti delle tecniche compositive di Dylan e, soprattutto, illumina i significati più riposti e spesso decisamente esoterici delle sue canzoni, sciogliendo intriganti enigmi troppo spesso liquidati come meri nonsenses e aprendo scrigni di insospettata profondità filosofica e spirituale.

Bolshoi Babylon [Videoregistrazione] / un film di Nick Read. - [S.l.] : Rai Cinema, 2015.
G 792.80947 REA BOL

Per la prima volta nella sua storia il Teatro Bolshoi di Mosca ha consentito a una troupe cinematografica l'accesso totale e privo di censure al suo dietro le quinte. Ne è nato un documentario che racconta dall'interno gli intrighi del teatro più famoso di tutta la Russia e la vita degli artisti a cui spetta il dovere, giorno dopo giorno, di mantenere intatto il suo antico prestigio.

The eye of the poet : studies in the reciprocity of the visual and literary arts from the renaissance to the present / ed. by Amy Golahny . - Lewisburg : Bucknell University Press, 1996.
A 700.1 EYE

Ten case studies of intensive poetic interpretation of visual imagery are examined in this book. The texts range from the Renaissance to the present, and they are concerned with painting and sculpture, real or imaginary. Truly interdisciplinary, these essays are written by art historians and literary critics and are critically situated within the interarts discourse.

The language of war monuments / Gill Abousnnouga, David Machin. - London : Bloomsbury, 2014.
A 725.94 ABO LAN

This book analyses war monuments by developing a multimodal social-semiotic approach to understand how they communicate as three-dimensional objects. The book provides a practical tool-kit approach to how critical multimodal social semiotics should be done through visual, textual and material analysis. It ties this material analysis into the social and political contexts of production. Using examples across the 20th and 21st century the book's chapters offer a way of analysing the way that monument designers have used specific semiotic choices in terms of things like iconography, objects, shape, form, angularity, height, materials and surface realisation to place representations of war in public places across Britain. This social-semiotic approach to the study of war monuments serves three innovative purposes. First, it provides a contribution to the work on the ideological representations of war in Media and Cultural Studies and in Critical Discourse Analysis applied specifically to more banal realisations of discourse. Second, it responds to calls by historians for innovative ways to study war commemoration by providing an approach that offers both specific analysis of the objects and attends to matters of design. Thirdly, following in the relatively recent tradition of multimodal analysis, the arguments draw on the ideas of Kress and van Leeuwen (1996, 2001), adapting and extending their theories and models to the analysis of British commemorative war monuments, in order to develop a multimodal framework for the analysis of three dimensional objects.

 

Spettacolo

Bozzetto non troppo [Videoregistrazione] / un film di Marco Bonfanti. - [S.l.] : Istituto Luce, 2017.
G 791.4334092 BON BOZ

Un ritratto del leggendario animatore italiano Bruno Bozzetto, il creatore di capolavori come West and Soda, Vip – Mio fratello Superuomo, Allegro non Troppo e di uno dei più noti personaggi del nostro cinema: il Signor Rossi. Un maestro internazionale, vincitore dell'Orso D'Oro a Berlino, nominato al Premio Oscar e omaggiato dal Walt Disney Museum, e di cui John Lasseter, il direttore creativo della Disney-Pixar, ha confessato la propria ammirazione e l'influenza sul suo lavoro.

F for fake [Videoregistrazione] : verità e menzogna / un film di Orson Welles. - [S.l.] : Sinister Film, 2017.
G 791.4372 WEL FFO

Pseudo documentario sul paradosso, la bugia, l'assurdo. Gran parte riguarda lo scrittore Clifford Irving, che apparentemente lavora alla biografia del grande artista Elmyr De Hory, poi decide di scrivere invece una biografia di Howard Hughes...o si tratta di un falso Howard Hughes? Durante lo svolgimento del film non si sa a chi e a cosa credere.

The foreign film renaissance on American screens, 1946-1973 [Documento elettronico] / Tino Balio. - Madison, Wis : University of Wisconsin Press. 2010.
X 791.4375 BAL FOR
http://sfxeu06.hosted.exlibrisgroup.com/sfxusi? sid=ALEPH:SBT01&genre=&isbn=9780299247935

Indie, Inc : Miramax and the transformation of Hollywood in the 1990s / Alisa Perren. - Austin : Univ. of Texas Press, 2013.
A 384.80973 PER IND

During the 1990s, films such as sex, lies, and videotape, The Crying Game, Pulp Fiction, Good Will Hunting, and Shakespeare in Love earned substantial sums at the box office along with extensive critical acclaim. A disproportionate number of these hits came from one company: Miramax. Indie, Inc. surveys Miramax’s evolution from independent producer-distributor to studio subsidiary, chronicling how one company transformed not just the independent film world but the film and media industries more broadly. As Alisa Perren illustrates, Miramax’s activities had an impact on everything from film festival practices to marketing strategies, talent development to awards campaigning. Case studies of key films, including The Piano, Kids, Scream, The English Patient, and Life Is Beautiful, reveal how Miramax went beyond influencing Hollywood business practices and motion picture aesthetics to shaping popular and critical discourses about cinema during the 1990s. Indie, Inc. does what other books about contemporary low-budget cinema have not—it transcends discussions of “American indies” to look at the range of Miramax-released genre films, foreign-language films, and English-language imports released over the course of the decade. The book illustrates that what both the press and scholars have typically represented as the “rise of the American independent” was in fact part of a larger reconfiguration of the media industries toward niche-oriented products.

Reconceptualising film policies [Documento elettronico] / ed. by Nolwenn Mingant, Cecilia Tirtaine. - New York : Routledge. 2018.
X 791.43 REC
http://sfxeu06.hosted.exlibrisgroup.com/sfxusi? sid=ALEPH:SBT01&genre=&isbn=9781351747585

Il refettorio [Videoregistrazione] : miracolo a Milano, un progetto di Massimo Bottura / un film di Peter Svatek. - [S.l.] : Cecchi Gori Entertainment, 2017.
G 641.5 SVA REF

Per l’EXPO2015, Massimo Bottura ha invitato 60 dei suoi colleghi internazionali ad unirsi a lui e trasformare il cibo destinato ai cassonetti in piatti nutrienti e deliziosi. Il Refettorio Ambrosiano ha ospitato un esperimento sociale unico, che ha unito due mondi differenti: l’alta cucina con i migliori chef e i senzatetto di Milano. Decorato dai migliori artisti e artigiani, il Refettorio è diventato un luogo di comunità e incontro e ha nutrito molti senzatetto, rifugiati dall’Africa e dal Medio oriente, parte dei migranti dell’Europa in crisi. Oltre all’importante aspetto del cibo, il documentario mostra le storie degli ospiti anche con interviste agli chef (da Jeremy Charles a Ferran Adrià, da René Redzepi a John Higgins), facendosi propulsore del forte messaggio sociale contro l’enorme impatto ambientale dello spreco del cibo.

Sciuscià 70 [Videoregistrazione] / un film di Mimmo Verdesca. - [S.l.] : Istituto Luce, 2017.
G 791.4372 VER SCI

Sciuscià 70 celebra i settant'anni dell'uscita di Sciuscià di Vittorio De Sica, capolavoro del neorealismo, primo film italiano a vincere il Premio Oscar e il primo nastro d'argento della storia. Attraverso le testimonianze inedite dei protagonisti, ripercorrendo i luoghi di Roma dove il film fu girato e ambientato e con l'utilizzo di molto materiale d'archivio, proveniente anche dall'Istituto Luce, il documentario narra nei dettagli la creazione di questo capolavoro, nei primi mesi dalla fine della guerra e ha la finalità di ricordare l'arte di Vittorio De Sica e l'operato di tutti i grandi professionisti che, con De Sica, hanno dato vita al film. Dal produttore Paolo William Tamburella, agli sceneggiatori Cesare Zavattini, Adolfo Franci, Cesare Giulio Viola e Sergio Amidei, al musicista Alessandro Cicognini, il fotografo Anchise Brizzi, fino ai due giovani protagonisti Rinaldo Smordoni e Franco Interlenghi, attori per caso, presi dalla strada.

 

Letteratura

Alfieri e lo Sturm und Drang e altri saggi di letteratura italiana e tedesca / Leonello Vincenti ; con una premessa di Sergio Lupi. - Firenze : L. S. Olschki, 1966.
A 809 VIN ALF

Angelo Silesio / Leonello Vincenti. - Torino : Paravia, 1931.
A 831.5 VIN ANG

Les commentaires et la naissance de la critique litteraire : France/Italie (14.-16. siecles) : Actes du Colloque international sur le Commentaire : Paris, mai 1988 / Textes reunis et presentes par Gisele Mathieu-Castellani et Michel Plaisance. - Paris : Aux Amateurs de Livres, 1990.
A 801.95 COM

Contro la cultura : la letteratura, per fortuna / Silvano Petrosino . - Milano : Vita e Pensiero, 2017.
A 801 PET CON

Perché «Contro la cultura»? Il titolo di questo saggio di Silvano Petrosino è volutamente provocatorio, contro il mainstream dell'industria culturale odierna fatta di luoghi comuni: la letteratura si alimenta di pura gratuità, è al servizio della sola bellezza; lo scrittore scrive per se stesso, per dare voce a ciò che viene dal profondo della sua anima... E quest'idea di 'cultura' finisce, tra l'altro, per fornire l'alibi perfetto ai tanti che, convincendosi di inseguire il 'capolavoro' artistico, scrivono e scrivono solo in cerca di gratificazione e consolazione personale. L'antidoto contro queste cultura che appiattisce l'arte nel momento stesso in cui la innalza su un piedistallo c'è, ed è la letteratura, per fortuna, come appunto continua il titolo del saggio di Petrosino. La letteratura vera, che si rivela un dispositivo 'drammatico' e di grande forza rivoluzionaria: una 'finzione' che pretende di dare testimonianza alla 'verità' più profonda dell'umano. Scoprire come questo accada e quali sublimi strumenti lo rendano possibile è il proposito di Petrosino, che chiama in causa gli scrittori più amati, da Kundera a Nabokov, da Kafka a Singer, e i critici più acuti, da Blanchot a Derrida, a Barthes. L'autentica letteratura non necessariamente incontra il favore dei mercati (e comunque non lo chiede), non cerca la patinata rassegna dei sentimenti, si sporca volentieri le mani nelle profondità più buie delle emozioni, non ha paura di usare l'immaginario e il fantastico in voli altissimi e spericolati. E non si stanca di invitare ogni lettore a cogliere, come chiosa alla perfezione Petrosino, il «vibrare sottile e soave di quella finzione che è uno dei più sorprendenti luoghi in cui la verità umana non cessa di far sentire la sua voce».

Dalle foglie della sibilla : poesie e prose, 1863-1888 / Gerard Manley Hopkins ; a cura di Viola Papetti / Milano : Rizzoli, 1992.
A 821.8 HOP DAL

Didone regina di Cartagine di Christopher Marlowe : metamorfosi virgiliane nel Cinquecento / Antonio Ziosi. - Roma : Carocci, 2015.
A 822.3 ZIO DID

Il volume propone una nuova edizione della prima tragedia di Christopher Marlowe, Dido, Queene of Carthage, e uno studio del fondamentale rapporto tra il drammaturgo elisabettiano e due autori della poesia latina, Virgilio e Ovidio. La Tragedia di Didone, regina di Cartagine, cui verosimilmente allude Amleto nel suo invito al capocomico nel secondo atto di Hamlet, è infatti una drammatizzazione del libro IV (ma anche del I e del II) dell’Eneide virgiliana. Ma, a differenza delle altre tragedie rinascimentali di Didone, che si appoggiano alle strutture già drammatiche del IV libro eneadico, la Didone di Marlowe ‘rilegge’ tutto il poema virgiliano e i nodi più profondi del suo ‘codice epico’ in maniera simbolica, allusiva e deformante. Nel tradurre Virgilio per il palcoscenico, infatti, Marlowe lo riveste di abiti ovidiani (o ovidianamente medioevali), sfruttando, in modo acuto e consapevole, il rapporto intertestuale e palinsestico che lega l’opera di Ovidio a quella di Virgilio. L’analisi riserva ulteriori sorprese: l’uso allusivo della poesia degli Amores, delle Heroides e, soprattutto, delle Metamorfosi, nel gioco di riscrittura dell’epos virgiliano, si rivela fondamentale non solo per la formazione dell’immaginario simbolico e mitologico che sostiene tutta la poesia di Marlowe, ma anche per la genesi del suo stesso teatro. Un teatro che, nei suoi aspetti più originali e moderni, nasce dunque dalla parola ecfrastica e spettacolare della poesia ovidiana.

Foundations of argumentative text processing / ed. by Jerry Andriessen and Pierre Coirier. - Amsterdam : Amsterdam Univ. Press, 1999.
A 808 FOU

Guida pratica all'italiano scritto : (senza diventare grammarnazi) / Vera Gheno. - Firenze : Franco Cesati Editore, 2016.
A 808.02 GHE GUI

L'intento di questo testo è fornire una guida pratica alla scrittura. Si parte dai ferri del mestiere, ossia una lista di fonti, cartacee e digitali, a cui ricorrere in caso di necessità; in seguito, si analizza la struttura del lessico italiano, in modo da impiegarlo con maggiore consapevolezza. Si discute del concetto di norma in ambito linguistico per passare poi, attraverso un capitolo sull'ortografia, uno sulla punteggiatura e uno sulla costruzione del testo, alla pratica. Gli ultimi capitoli sono infatti dedicati alla lettura consapevole, alle tecniche per prendere appunti, alla stesura effettiva del testo e alla sua revisione.

Mimesis : il realismo nella letteratura occidentale / Erich Auerbach ; con un saggio introduttivo di Aurelio Roncaglia. - Torino : Einaudi, 2000.
A 809 AUE MIM

Nuovi saggi di letteratura tedesca / Leonello Vincenti ; con una premessa di Sergio Lupi. - Milano : Mursia, 1968.
A 830.9 VIN NUO

Tutto il teatro / William Shakespeare ; introd. di Tommaso Pisanti. - Roma : Newton, 2014.
A 822.33 SHA TUT

William Shakespeare è considerato il più grande autore teatrale di tutti i tempi. La straordinaria energia creativa e la vastità della sua produzione suscitarono nei romantici l’immagine di una “forza immane della natura”, di un “genio universale”. Oggi, dopo oltre quattro secoli dalla sua nascita, Shakespeare non cessa di stupirci per la complessità, la bellezza, la varietà della sua poesia e per la modernità dei personaggi e delle trame. In questa edizione è stata conservata la classica suddivisione in commedie, drammi storici e tragedie della prima raccolta completa del 1623.

A viva voce : percorsi del genere drammatico / Piermario Vescovo. - Venezia : Marsilio, 2015.
A 809.2 VES VIV

Le forme del teatro che si pensano "naturali" (ovvero la gran parte della letteratura drammatica dal XVI al XIX secolo) potrebbero anche ritenersi come una parentesi tra due tradizioni che precedono e seguono, in cui il rapporto tra raccontare e mostrare risulta molto più complesso, fecondo e ambivalente di quanto si supponga. Nel III libro della Repubblica Platone distingue tre "forme di dizione", a seconda che prendano la parola l'autore, i personaggi o l'uno e gli altri insieme. Ne consegue che, accanto a una teoria aristotelica del mimetico come "incarnazione", l'eredità del mondo antico dipana la traccia di una complessa, normalmente ignorata, tradizione del genere drammatico o "attivo", come terreno esclusivo della parola dei personaggi. Questo libro ne disegna alcuni percorsi: l'eredità tardoantica e medievale della teoria platonica (confusa spesso dagli studiosi con la teoria degli stili) e il fondamento, ma anche i condizionamenti, che essa offre alla rinascita moderna della rappresentazione; lo sterminato terreno d'incrocio di dramma e romanzo nei secoli XVIII-XX; le prospettive del teatro epico e del superamento della drammaturgia di parola nel Novecento. Filo rosso il riferimento alla tradizione delle pratiche orali, nel lungo corso dei secoli in cui la lettura individuale e silenziosa - a cui siamo abituati e che percepiamo anzi come "naturale" - si è imposta su quella, un tempo dominante, "a viva voce".

 

Letteratura italiana

La casa in collina / Cesare Pavese. -Torino : Einaudi, 2014.
A 853.914 PAV CAS

La storia di una solitudine individuale di fronte all'impegno civile e storico; la contraddizione da risolvere tra vita in campagna e vita in città, nel caos della guerra; il superamento dell'egoismo attraverso la scoperta che ogni caduto somiglia a chi resta e gliene chiede ragione. "Ora che ho visto cos'è la guerra civile, so che tutti, se un giorno finisse, dovrebbero chiedersi: "E dei caduti che facciamo? Perché sono morti?" Io non saprei cosa rispondere. Non adesso almeno. Né mi pare che gli altri lo sappiano. Forse lo sanno unicamente i morti, e soltanto per loro la guerra è finita davvero". La grande intuizione delle ultime pagine de "La casa in collina" sarà ripresa e portata alle estreme conseguenze artistiche e morali nell'altro grande libro di Cesare Pavese, "La luna e i falò".

Conduct literature for and about women in Italy : 1470-1900 : prescribing and describing life / ed. by Helena Sanson, Francesco Lucioli. - Paris : Classiques Garnier, 2016.
A 850.99287 CON

Conduct literature for and about women offers a fascinating insight into the changing role of women across the centuries. This volume aims to trace some of the main features of conduct texts in the Italian tradition, from the last decades of the fifteenth century to the post-unification period.

Didone abbandonata / Pietro Metastasio ; a cura di = edited by Arianna Frattali. - Pisa : ETS, 2014.
A 852.5 MET DID

"Didone abbandonata" è il primo dramma per musica di Metastasio eseguito a Napoli nel 1724, ripreso e modificato per le più note piazze teatrali italiane. Il grandissimo successo dell'opera e le numerose intonazioni nei teatri di tutta Europa lo rendono poi incontro canonico di molti musicisti sino alla prima metà dell'Ottocento, seppure con tagli e varianti dovute al mutamento nei gusti del pubblico operistico. Questa complessa e duplice avventura editoriale e teatrale è ricostruita all'interno del volume, che ripropone al lettore di oggi la prima versione del libretto, ricca di potenzialità drammaturgiche e spettacolari, poi ridimensionate, anche se solo in parte, nelle redazioni successive.

Italian women writers : gender and everyday life in fiction and journalism, 1870-1910 / Katharine Mitchell. - Toronto : University of Toronto Press, 2014.
A 850.99287 MIT ITA

Post-Unification Italy saw an unprecedented rise of the middle classes, an expansion in the production of print culture, and increased access to education and professions for women, particularly in urban areas. Although there was still widespread illiteracy, especially among women in both rural and urban areas, there emerged a generation of women writers whose domestic fiction and journalism addressed a growing female readership. This study looks at the work of three of the most significant women writers of the period: La Marchesa Colombi, Neera, and Matilde Serao. These writers, whose works had been largely forgotten for much of the last century, only to be rediscovered by the Italian feminist movement of the 1970s, were widely read and received considerable critical acclaim in their day. In their realist fiction and journalism, these professional women writers documented and brought to light the ways in which women participated in everyday life in the newly independent Italy, and how their experiences differed profoundly from those of men.

La poesia tornerà : un piccolo Faust con accordi di situazione e di scorcio : un progetto di Dino Campana per i Canti Orfici / Enrico Bandini. - Faenza : Carta Bianca, 2016.
A 851.912 BAN POE

Contributo critico sulla poetica di Dino Campana, con particolare riferimento ai "Canti Orfici" e "Versi Sparsi". È esaminato anche, attraverso gli scritti e le testimonianze del poeta, il rapporto con le arti figurative del suo tempo (Balla, Boccioni, Carrà, Kandinsky ecc.) e con la pittura del passato, con l'attenzione rivolta all'Estasi di Santa Cecilia e alla Trasfigurazione di Raffaello.

Rinascimento Cristiano : innovazioni e riforma religiosa nell'Italia del quindicesimo e sedicesimo secolo / Claudio Moreschini. - Roma : Edizioni di storia e letteratura, 2017.
A 850.9382 MOR RIN

I cinquant'anni che corrono tra il 1480 e il 1530 in Italia furono caratterizzati da un forte contrasto tra le istanze religiose e le certezze di una cultura che contava di potersi affidare soprattutto ai classici antichi. Gerolamo Savonarola reagì anche alla rinascita del platonismo e alla dottrina della "pia philosophia", considerati solo apparentemente religiosi. Si volle, quindi, difendere il Cristianesimo in quanto vera religione e sottolineare che un'etica nuova doveva animare non solo la società, ma in particolare la Chiesa, perché essa ritornasse alla perfezione del cristianesimo primitivo. Tuttavia l'esigenza di un rinnovamento si manifestava rispettando un limite: nessun rinnovamento poteva concludersi in una rivolta contro la sede di Roma. Questo atteggiamento si fece evidente allorquando cominciò a manifestarsi la gravità della crisi luterana e si dovette identificare più strettamente la fede "cattolica" con la fede di Roma: l'esigenza di rinnovamento non portò ad una Riforma italiana, ma si fermò sul suo limitare; perché vi fossero degli "eretici italiani", come sono stati chiamati, si dovette attendere la generazione successiva.

La scrittura e i libri di Giovanni Boccaccio / Marco Cursi. - Roma : Viella, 2013.
A 853.1 CUR SCR

Giovanni Boccaccio visse in un'epoca e in una società caratterizzate da un'ampia diffusione sociale della scrittura; di lui ci restano ben 34 autografi, tra cui un buon numero di codici integralmente di sua mano, in cui trascrisse sia opere proprie sia opere di autori antichi o a lui contemporanei. Il percorso di ricerca qui proposto ha come principale obiettivo l'esplorazione di tale complesso orizzonte grafico. Nella prima parte viene ripercorsa l'avventurosa stagione dei riconoscimenti degli autografi boccacceschi, iniziata nel secolo XIX e aperta ancora oggi a nuove scoperte. Quindi sono esaminate le diverse scritture adoperate dal Certaldese per la copia dei suoi manoscritti attraverso l'applicazione di un protocollo di analisi grafica che consente di ricostruirne le dinamiche evolutive. La seconda parte è dedicata al metodo di lavoro del Boccaccio copista, con particolare riferimento agli esemplari contenenti la "Commedia" dantesca (trascritta per tre volte) e alla più antica diffusione del "Decameron". Il confronto tra le caratteristiche materiali dei codici e i dati strettamente testuali mostra con chiarezza che egli scelse consapevolmente precise forme librarie, dando vita a vere e proprie edizioni d'autore, caratterizzate da soluzioni fortemente innovative e da strategie compositive raffinate e ricche di significato.

Il sentiero dei nidi di ragno / Italo Calvino ; presentazione dell'autore ; con uno scritto di Cesare Pavese. - Milano : Mondadori, 2017.
A 853.914 CAL SEN

"Questo romanzo è il primo che ho scritto; quasi posso dire la prima cosa che ho scritto, se si eccettuano pochi racconti. Che impressione mi fa, a riprenderlo in mano adesso? Più che come un'opera mia lo leggo come un libro nato anonimamente dal clima generale d'un'epoca, da una tensione morale, da un gusto letterario che era quello in cui la nostra generazione si riconosceva, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Al tempo in cui l'ho scritto, creare una 'letteratura della Resistenza' era ancora un problema aperto, scrivere 'il romanzo della Resistenza' si poneva come un imperativo; ...ogni volta che si è stati testimoni o attori d'un'epoca storica ci si sente presi da una responsabilità speciale ...A me, questa responsabilità finiva per farmi sentire il tema come troppo impegnativo e solenne per le mie forze. E allora, proprio per non lasciarmi mettere in soggezione dal tema, decisi che l'avrei affrontato non di petto ma di scorcio. Tutto doveva essere visto dagli occhi d'un bambino, in un ambiente di monelli e vagabondi. Inventai una storia che restasse in margine alla guerra partigiana, ai suoi eroismi e sacrifici, ma nello stesso tempo ne rendesse il colore, l'aspro sapore, il ritmo..." (Dalla presentazione di Italo Calvino). Postfazione di Cesare Pavese.

Sottoboschi letterari : sei case studies fra Otto e Novecento : Mara Antelling, Emma Boghen Conigliani, Evelyn, Anna Franchi, Jolanda, Flavia Steno / Ombretta Frau, Cristina Gragnani. - Firenze : Firenze Univ. Press, 2011.
A 850.99287 FRA SOT

"Sottoboschi letterari" raccoglie sei saggi su altrettante autrici attive nel periodo che va dall'ultima decade dell'Ottocento alla Grande Guerra: Mara Antelling, Emma Boghen Conigliani, Evelyn, Anna Franchi, Jolanda, Flavia Steno. Tramite la metafora del sottobosco, che richiama alcune caratteristiche del rizoma deleuziano, il volume indaga i modi in cui le autrici prescelte si sono fatte strada nel panorama letterario dell'Italia di fine Ottocento attraverso la narrativa, la saggistica, la sociologia e la critica letteraria. All'apparenza conservatrici e conformi alla visione dominante del ruolo della donna in società e nell'ambito della famiglia, queste scrittrici hanno compiuto un passo decisivo verso un'idea moderna di intellettuale al femminile. "Sottoboschi letterari" raccoglie sei saggi su altrettante autrici attive nel periodo che va dall'ultima decade dell'Ottocento alla Grande Guerra: Mara Antelling, Emma Boghen Conigliani, Evelyn, Anna Franchi, Jolanda, Flavia Steno. Tramite la metafora del sottobosco, che richiama alcune caratteristiche del rizoma deleuziano, il volume indaga i modi in cui le autrici prescelte si sono fatte strada nel panorama letterario dell'Italia di fine Ottocento attraverso la narrativa, la saggistica, la sociologia e la critica letteraria. All'apparenza conservatrici e conformi alla visione dominante del ruolo della donna in società e nell'ambito della famiglia, queste scrittrici hanno compiuto un passo decisivo verso un'idea moderna di intellettuale al femminile.

 

Geografia e storia

Bad moon rising : a chronicle of the middle east today / Gilles Kepel ; translated from the French by Pascale Ghazaleh. - London : Saqi,, 2003.
A 909.09767 KEP BAD

Leading expert on Islam and Islamism, Kepel, returned to the Middle East as New York struggled with the shock and the dust of the aftermath of September 11. This is his dispatch from history's most contentious region.

The Chinese typewriter : a history / Thomas S. Mullaney. - Cambridge : The MIT Press, 2017.
A 951.05 MUL CHI

Chinese writing is character based, the one major world script that is neither alphabetic nor syllabic. Through the years, the Chinese written language encountered presumed alphabetic universalism in the form of Morse Code, Braille, stenography, Linotype, punch cards, word processing, and other systems developed with the Latin alphabet in mind. This book is about those encounters—in particular thousands of Chinese characters versus the typewriter and its QWERTY keyboard. Thomas Mullaney describes a fascinating series of experiments, prototypes, failures, and successes in the century-long quest for a workable Chinese typewriter. The earliest Chinese typewriters, Mullaney tells us, were figments of popular imagination, sensational accounts of twelve-foot keyboards with 5,000 keys. One of the first Chinese typewriters actually constructed was invented by a Christian missionary, who organized characters by common usage (but promoted the less-common characters for “Jesus" to the common usage level). Later came typewriters manufactured for use in Chinese offices, and typewriting schools that turned out trained “typewriter girls” and “typewriter boys.” Still later was the “Double Pigeon” typewriter produced by the Shanghai Calculator and Typewriter Factory, the typewriter of choice under Mao. Clerks and secretaries in this era experimented with alternative ways of organizing characters on their tray beds, inventing an input method that was the first instance of “predictive text.” Today, after more than a century of resistance against the alphabetic, not only have Chinese characters prevailed, they form the linguistic substrate of the vibrant world of Chinese information technology. The Chinese Typewriter, not just an “object history” but grappling with broad questions of technological change and global communication, shows how this happened.

L'Italia di Bonaparte : politica, statualità e nazione nella penisola tra due rivoluzioni, 1796-1821 / Antonino De Francesco. - Torino : UTET, 2011.
A 945.082 DEF ITA

Gli anni di Bonaparte in Italia costituiscono un terreno largamente arato dalla storiografia. I molteplici studi al riguardo hanno però spesso finito per privilegiare le numerose realizzazioni in merito al rinnovamento civile e all'ammodernamento delle strutture di governo, poco sostando invece sul concreto significato politico di quella stagione. Autoritarismo e accentramento di governo hanno così stretto a tenaglia la lettura degli anni napoleonici, molto sminuendo il loro significato sotto il profilo della pratica rivoluzionaria e della nascita di una originale cultura politica. Questo libro, che riassume molteplici studi condotti al riguardo dall'autore, suggerisce una lettura diversa di quella stagione, dove - molto insistendo sull'eccezionalità (e sulla longevità) della generazione politica comparsa sulla scena all'arrivo di Bonaparte - si sottolinea la centralità degli anni che dal 1796 corrono sino al 1821 nel processo di costruzione del movimento nazionale di secolo XIX. Mediante la dettagliata analisi dell'impatto dell'invasione napoleonica su tutta la penisola (e di rimbalzo anche sulle due isole maggiori, mai direttamente invase dalle truppe francesi), queste pagine prospettano cosi un altro quadro della cultura politica del Risorgimento, dove i tratti, puntualmente accreditati, del liberalismo conoscono una forte attenuazione e si sottolinea, invece, come l'ideale dell'unità italiana avesse radice profonda nell'azione di una generazione, cresciuta con Bonaparte.

Mito e realtà della nazione napoletana / Aurelio Musi. - Napoli : Guida, 2016.
A 945.73 MUS MIT

Dall'Umanesimo all'Unità d'Italia durante i secoli di sviluppo del Regno di Napoli, poi delle Due Sicilie dal 1816. Fu la rappresentazione dell'autocoscienza e del sentimento di appartenenza ad una comunità politica, la nazione-Regnum, con caratteri distintivi: la fedeltà alla sovranità monarchica, il primato della Capitale che andò sempre più identificandosi con l'intero Regno, l'accelerazione del livello della decisione politica rispetto al ruolo e al peso delle forze economiche e sociali. Nella lunga e complessa transizione dagli antichi Stati all'unificazione della penisola, il sentimento della doppia appartenenza, della doppia patria, napoletana e italiana, fu assai presente e vivo in forze e gruppi meridionali che parteciparono al Risorgimento. La storia passata e recente ci consegna una questione su cui varrebbe la pena riflettere a conclusione del percorso proposto in questo libro: la continuazione, per altre vie e con altri mezzi, dei tre caratteri storici della nazione napoletana. Napoli, l'ex capitale, continua a pesare positivamente e/o negativamente nei processi storici complessivi del Mezzogiorno.

Oliver Stone [Videoregistrazione] : intervista a Putin / un film di Oliver Stone. - [S.l.] : Eagle Pictures, 2017.
G 947.086092 STO INT

Un film - documentario diviso in quattro parti tra il cineasta statunitense tre volte premio Oscar e il capo del Cremlino. Personaggio controverso, inafferrabile, per molti versi inquietante, ex capo del Kgb sovietico, due volte presidente della Federazione Russa e due volte premier, Putin apre a Stone luoghi dove nessun giornalista occidentale avrebbe mai neppure sognato di mettere piede: la sua dacia, la sala del trono del Cremlino, i suoi smisurati uffici e sale riunioni, mostrandosi in situazioni inimmaginabili, talvolta spiazzanti: alla guida di un’auto, alle prese con i suoi cavalli, in divisa da hockey e pronto per una partita.

The sunni tragedy in the middle east : northern Lebanon from Al-Qaeda to Isis / Bernard Rougier. - New Jersey : Princeton Univ. Press, 2015.
A 956.92045 ROU SUN

Northern Lebanon is a land in turmoil. Long under the sway of the Assad regime in Syria, it is now a magnet for Sunni Muslim jihadists inspired by anti- Western and anti-Shi‘a worldviews. The Sunni Tragedy in the Middle East describes in harrowing detail the struggle led by an active minority of jihadist militants, some claiming allegiance to ISIS, to seize control of Islam and impose its rule over the region's Sunni Arab population. Bernard Rougier introduces us to men with links to the mujahidin in Afghanistan, the Sunni resistance in Iraq, al-Qaeda, and ISIS. He describes how they aspire to replace North Lebanon’s Sunni elites, who have been attacked and discredited by neighboring powers and jihadists alike, and explains how they have successfully positioned themselves as the local Sunni population’s most credible defender against powerful external enemies—such as Iran and the Shi‘a militia group Hezbollah. He sheds new light on the methods and actions of the jihadists, their internal debates, and their evolving political agenda over the past decade. This riveting book is based on more than a decade of research, more than one hundred in- depth interviews with players at all levels, and Rougier’s extraordinary access to original source material. Written by one of the world’s leading experts on jihadism, The Sunni Tragedy in the Middle East provides timely insight into the social, political, and religious life of this dangerous and strategically critical region of the Middle East.

Svizzera : storia di una federazione / Thomas Maissen. - Trieste : Beit, 2015.
A 949.4 MAI SVI

Storia sociale, politica, economica e culturale della Confederazione elvetica e delle sue forme di governo dalle origini medioevali fino ai nostri giorni.

 

 

 

Archivio dei precedenti bollettini

Precedenti bollettini (formato PDF):

Dicembre 2017 Novembre 2017 Ottobre 2017
Settembre 2017 Agosto 2017 Luglio 2017

Per ricevere avviso dell'aggiornamento di questa pagina, inviare un messaggio alla Direzione della Biblioteca .